Vera?

Stavo pensando quanto possano far male le parole.

Le parole dette con cattiveria, acidità, malcontento, malumore.

Le parole dette per sputare in faccia ciò che non ci va bene di noi stessi.

Le parole dette con la rabbia di chi non desidera realmente ciò che ha.

Parole di distruzione, di tristezza.

Non è vero che la parola non è potente.

È il mezzo più semplice, diretto e veloce con cui possiamo esprimerci.

E non è vero che non fanno male.

Le parole pesano, dentro l’anima, lasciano ferite aperte e sanguinanti.

Ci rimugini su e ti convinci che alla fine è un problema di chi te le ha dette. E invece no, invece se sei una persona sensibile quelle parole continuano a navigarti dentro e creano tempeste, creano uragani.

E possiamo anche tentare di arginarli, ma prima o poi distruggeranno qualcosa.

Ecco allora credo che, quando dobbiamo dire qualcosa a qualcuno, dobbiamo farlo come i fiori.

Leggeri e semplici, lasciano il segno senza ferire, ma solo per fiorire.

Colpiscono senza lasciare l’ematoma.

Profumano senza nauseare.

Facciamoci fiorire dentro dei fiori da regalare alle persone. Tutti quanti, in modo che quando incontriamo qualcuno raccogliamo dal nostro prato interiore tanto piccoli tulipani da spargere in giro nel mondo.

E allora non vomiteremo più cattiverie, ma semineremo amore, il più bello tra tutti i

fiori.

Primavera fuori e dentro.

Che bella la vita.

V.


2 risposte a "Vera?"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...